IL TRONO DI SABBIA – LO SPORT AL MARE

beach-soccer IL TRONO DI SABBIA - LO SPORT AL MARE

Beach tennis, beach soccer, footvolley, beach volley, questi sport estivi diventano quasi questioni di onore.

La leggenda narra di una piccola partitella tra vicini di ombrellone, che si trasformò in un torneo tra clienti dello stesso stabilimento, fino ad arrivare ai famosi riviera beach games, le “Olimpiadi dei giochi da spiaggia”, che si svolgono ogni anno da Giugno ad Agosto da Comacchio a Riccione.

Praticati per lo più dai maschi alfa del litorale Romagnolo, come metodo per marcare il territorio e diventare i re della spiaggia, o semplicemente per scappare dalle morose spalmate sul lettino come il burro sulle fette biscottate.

Questi sport sono praticati solo da uomini ? Ovviamente NO!

Vi sarà sempre la battaglia dei sessi, e si sa, per un uomo essere battuto in  uno sport da una donna, è sempre un grandissimo imbarazzo, quindi le donne più attive che non amano stare immobili sotto il sole, cercheranno di dare filo da torcere a questi guerrieri in slip. Chi con i piedi, chi con le mani o la racchetta, combatte, anche in orari improbabili fino al sorgere del sole, o addirittura in fase notturna con le luci artificiali per raggiungere la gloria! Non importa chi tu sia, o da dove provenga, l’importante è portare a casa il trionfo, e la maggior parte delle volte anche l’aperitivo, rendendo la competizione ogni domenica più avvincente.

I giocatori più valorosi ed inflessibili sono i mercenari delle BOCCE.

Il gioco da spiaggia più spietato e strategico di sempre dove il boccino è l’unico bersaglio che conta,  le scurrilità spazzano via più sabbia delle bocce stesse, e l’arbitro non è altri che Pitagora in persona, il quale determina le sorti della partita.

Mai barare a casa di un giocatore di bocce, perché lui ti ha già fregato prima che tu iniziassi a giocare.

About the author

Martina Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *